Home  |  Sportello Informativo CIP  |  Sportello Informativo Montecatone  |  Le Risposte degli Esperti

Danza

Introduzione
Eleganza, stile, ritmo: sono questi gli ingredienti di una competizione di danza sportiva di successo.
La pratica della danza in carrozzina nasce già nel 1968, in Svezia. Fu Els Britt Larrson, un impiegato in carrozzina della Federazione Disabili Svedese, ad essere pioniere di questo sport.
Nel 1975, sempre in Svezia, ebbe luogo la prima competizione cui parteciparono ben 30 coppie di danzatori. Due anni dopo ci fu la prima gara internazionale e nel 1998 i Mondiali in Giappone: nello stesso anno avvenne il riconoscimento da parte dell'IPC (International Paralympic Committee). Attualmente questo sport è praticato in circa 22 paesi.
In Italia, il 10 febbraio del 2005 viene fondata la Wheelchair Dance Sport Firenze, prima Scuola di danza sportiva in carrozzina del territorio nazionale.
Nata per offrire possibilità di svago e sport a persone con disabilità motoria e in carrozzina, ora l'attività si sta aprendo anche a non vedenti e affetti da sindrome di Down.
Nel 2007 si è svolto in Italia il 1° Campionato Promozionale di disciplina e per la prima volta una rappresentativa azzurra ha preso parte agli Europei di Danza in carrozzina a Varsavia.

Atleti e attrezzature
La danza in carrozzina coinvolge atleti con una disabilità fisica nella parte inferiore del corpo. I danzatori in carrozzina possono partecipare a balli individualmente, in gruppo, 'combinati' (con un partner in piedi) o in coppia (con partner egualmente in carrozzina). Gli atleti che ne hanno bisogno hanno l'opzione di poter utilizzare la carrozzina elettrica.

Specialità
Sono due le tipologie di ballo che affrontano i danzatori in carrozzina: balli standard e latino-americani.
Le danze standard includono il valzer, il valzer viennese, il tango, foxtrot lento e il tip-tap.
Le danze latino-americane includono il samba, il cha-cha-cha, la rumba, il passo doppio ed il jive. Esistono anche i balli di gruppo, con 4-6-8 coppie di danzatori che si esibiscono insieme.

La disciplina
L'area di esibizione deve essere di almeno 200 mq. La danza sportiva fa parte della Federazione Italiana Danza Sportiva (FISD) la quale è stata riconosciuta dal CIP come disciplina associata, in quanto non è ancora sport paralimpico.

Regolamento tecnico
http://www.superabile.it/web/it/CANALI_TEMATICI/Sport/La_documentazione/Regolamenti_tecnici/info-245115855.html


Le risposte degli esperti in merito all'area Danza